ITER DI STUDIO

  • Fase 1 – Audizione e piano di studio

Prima di cominciare un percorso di studio ARS è necessaria una audizione preliminare in cui io possa comprendere le problematiche della tua voce e individuare le resistenze che bloccano il libero flusso dell’emissione vocale.

NB. nel metodo ARS non si parla mai di errori, ma solo di resistenze da superare.

Al termine dell’audizione, si concorderà insieme un piano di studio personalizzato e ti saranno indicati con chiarezza gli obiettivi e i tempi in cui raggiungerli.

C0086T01.jpg
  • ​ Fase 2 – Spiegazione del metodo e teoria

 

In questa fase ti verranno spiegati tutti gli aspetti fondamentali teorici del metodo, con molti esempi pratici e ben memorizzabili. Ti saranno per esempio spiegati i meccanismi attraverso i quali la tua voce apprende. Molto spesso infatti tu sai bene cosa non funzioni nel tuo canto, ma non riesci a far eseguire alla tua voce quello che desideri. Questo accade perché l'intelligenza muscolare è differente da quella intellettiva. E’ necessario quindi insegnarti le tecniche per poter finalmente comunicare con la tua voce.

 

Per farlo, ARS usa un'immagine ironica ed efficacissima: ti chiede di considerare la tua voce come una scimmia deficiente (dal latino deficere = mancare), un simpatico animale che ti è stato dato in dotazione e che possiede una sua natura, temperamento e indole ben definiti e differenti dai tuoi. La voce/scimmia, avendo una intelligenza muscolare, manca (defìcit) di alcune capacità del tuo intelletto, come la capacità di discernimento tra giusto e sbagliato. Essa possiede suoi propri processi di apprendimento e una limitata capacità di attenzione.

 

Ti sarà anche spiegato l’iter di apprendimento. ARS sfrutta infatti due funzioni del nostro cervello: il sistema cognitivo e il sistema istintivo (cfr gli studi del premio Nobel Daniel Kahneman). Il primo è una sistema lento che richiede concentrazione e consuma glucosio, il secondo è un sistema rapido, a risparmio energetico, che crea molte approssimazioni. L’apprendimento sfrutterà le potenzialità di entrambe le funzioni. Per esempio, per una nuova abilità da imparare, l’iter sarà: sistema cognito → ripetizione → sistema istintivo. A una spiegazione lenta e supportata da attivatori del cognitivo, seguirà la ripetizione che renderà l’abilità istintiva.

 

Tutto questo cambierà il rapporto con la tua voce e quello tra insegnante –apprendente. In ARS non esiste la piramide  gerarchica maestro-allievo, l’insegnate è colui che conosce delle abilità, l'apprendente colui che le sta acquisendo.

Con ARS imparerai a rispettare la natura della tua voce, a non temere gli errori perché sbagliare è l’unico modo per progredire! Ti renderai conto di come tu ed io avremo inaugurato un modo sinergico di lavorare alla stessa causa:   ammaestrare la tua voce/scimmia!

 

  • Fase  3 – Costruire la casa del suono

 

In questa fase, esattamente come se si stesse costruendo una casa, partiremo dalle fondamenta: la respirazione diaframmatica. Con una sola lezione potrai comprenderla in modo semplice e chiaro, sgombrando così il campo da dubbi, false credenze e abitudini errate. Metterai poi in pratica la teoria con appositi esercizi, che hanno la caratteristica di essere auto-apprendenti: il tuo diaframma lavorerà da solo in elasticità e non in forza e, attraverso la sola ripetizione, il fiato si allenerà. Imparerai in questo modo l’appoggio e il sostegno. Parallelamente alla respirazione, e sempre sotto la mia supervisione, ti sarà insegnata la corretta postura da cui non si può prescindere per avere una buona tecnica vocale.

 

  • Fase 4 - Flusso eufonico e nova visione

 

Costruite le fondamenta, si procederà con la costruzione degli alloggi della voce. In questa fase si creerà il flusso del canto, ossia si supereranno le resistenze e troverai  risposta a domande quali: “Dove metto il suono?”; “Perché questo acuto qualche volta mi viene e qualche volta no?”; “Perché mi si stringe la gola, perché faccio fatica?”. Conoscere e superare le resistenze fornirà queste risposte. Esse posso essere di diversa natura: vocale (errata proiezione del suono, voce nasale etc.); fisica (mandibola rigida, lingua contratta, postura errata etc.); mentale (errata immagine mentale di un determinato passaggio); psicologica (paura di sbagliare, non sapersi lasciare andare etc.). 

 

Ogni resistenza sarà affrontata e superata con esempi ed esercizi pratici: vocali, visualizzazioni e gesto-visualizzazioni.

Con il superamento delle resistenze si otterrà il flusso che collegherà i vari registri vocali in modo omogeneo, dal grave all'acuto, e permetterà una emissione canora senza sforzo ed eufonica.

 

In questa fase scoprirai molte cose, come per esempio che gli acuti non esistono, semplicemente perché non sono cause, ma effetto di qualcosa che avviene prima dell’acuto stesso. In modo naturale troverai anche la giusta proiezione del suono che si arricchirà di armonici rendendo al tua voce sonora senza bisogno di forzare.

 

Alla fine di questa fase, avrai cambiato completamente la visione della vocalità. Ti sarai reso conto che la voce e la musica non sono verticali come gradini di una scala, ma orizzontali. Il cambio di visione comprenderà tutto: legato,  salti, agilità. La nuova visione non è altro che il risultato di aver finalmente imparato il linguaggio della tua scimmia/muscolo/voce.

 

  • Fase 5 – Eseguire un brano o un’opera 

 

Passeremo dai vocalizzi a cantare i primi brani. Sia che tu sia un principiante, sia che tu sia già in carriera con un vasto repertorio, l'iter sarà lo stesso.

Le resistenze che incontrai nel brano o nell’opera saranno estrapolate e risolte separatamente attraverso semplici esercizi creati ad hoc. Una volta che le soluzioni saranno diventate istintive potrai semplicemente riprodurle con grande naturalezza e facilità nel brano cantato.

 

  • Fase 6 – Il corpo sonoro  

 

ARS considera il canto una forma d'arte totale (cantare e recitare) e anche l'espressione dell’interezza della Persona, con il suo sentire e le sue emozioni.

Questa è la fase dove imparerai a interpretare sia vocalmente che attorialmente i brani.

Raggiungerai una grande sicurezza e padronanza dei tuoi mezzi, fino a trovare una dimensione che ho voluto chiamare Corpo Sonoro: un intero corpo/persona che sta cantando. L'immedesimazione col tuo canto sarà tale da darti la sensazione di essere cantato dalla tua stessa voce.

 

  • Fase 7 – Consigli per la carriera

 

Pensando al futuro, in questa ultima fase ti fornirò alcuni preziosi consigli l’avvio alla carriera o alla sua gestione. Ti consiglierò la scelta del repertorio, come preparare il tuo materiale informativo, la scelta dell'agente e dei concorsi, come preparare i programmi di concerto e infine ti darò dei consigli di igiene vocale per poter mantenere la tua voce sana nel tempo.  

 

  • Fase 8 – Esecuzione dal vivo

 

A questo punto del tuo iter formativo, avrai raggiunto il flusso vocale in istintivo, non penserai più alla tecnica, e quindi potranno affiorare le emozioni e la tua personalità artistica. Sei pronto/a per il palcoscenico.

Alla fine del tuo iter di studio è sempre prevista una esecuzione dal vivo con pubblico (in assenza di restrizioni sanitarie).

ARS ti proporrà varie e semplici soluzioni quali saggi ed esibizioni presso circoli lirici. Inoltre ti aiuterò a realizzare dei video utili per audizioni e concorsi e per fornirti una fotografia del livello che avrai raggiunto.

 

Con l'esecuzione dal vivo sperimenterai non solo il Corpo Sonoro, ma farai esperienza anche di un'altra condizione, comune ad attori e cantanti: lo stato di flusso. Si tratta di uno stato particolare che si crea durante l’atto performativo, che io definisco stato onirico-creativo-reattivo. Sarai reattivo per esempio nel dialogo musicale con l’accompagnatore, ma anche immerso nella realtà emotiva del brano come in un vivido sogno.

 

 

NOTE

 

  1. In caso di problematiche fisio-patologiche della voce, potrò consigliarti, se lo desideri, un team di eccellenti professionisti (foniatra, logopedista e osteopata specializzato anche sui cantanti) a cui ARS si affida.

 

 

  1. Durante l’emergenza sanitaria, l’intero iter di studio  - tranne la fase 7 – potrà avvenire con lezioni on-line